Passa ai contenuti principali

Post

In primo piano

Future Lives - Mansions

Intorno ai Future Lives aleggia un alone di mistero, relativo soprattutto al numero esatto dei componenti della band, quattordici nelle comunicazioni stampa di presentazione di Mansions, sette nei post su Facebook nell'account ufficiale della band. Messe da parte però le incongruità comunicative, va detto che i Future Lives sono un bel melting pot, con musicisti che provengono da band famose (Drive by truckers) oppure facenti parte del sottobosco indie-folk americano (King of Prussia e Japancake) e che hanno deciso di dare alle stampe un disco che, invece che risentire dei diversi percorsi dei componenti del gruppo, si propone come il tipico prodotto di americana, senza sconfinare in nessun altro genere attiguo.

Quello che dunque potrebbe suonare come un controsenso diventa il punto di forza di Mansions che, pur potendo vantare su una line up ipertrofica, si dimostra un album ben focalizzato e, soprattutto, arrangiato in maniera intelligente. Insomma, che siano quattordici o sett…

Ultimi post

E smettetela di compiacere il pubblico!

Jason Isbell & the 400 Unit - The Nashville Sound

Will Hoge in concerto a Massa Lombarda, mercoledì 5 Luglio 2017

Derek & the Dominos - Layla and other assorted love songs

I miei dischi imperdibili della musica Americana

Quella notte prima degli esami

E' ancora tempo per noi?

Cosa sto suonando (che è molto diverso da cosa sto ascoltando)

Una giornata al Guitar Show di Padova

Addio, figlio prediletto di Seattle